venerdì 4 luglio 2014

Ringraziamenti...

...a volte sono doverosi! Innanzitutto ringrazio la mia mamma che con le sue manine d'oro ha realizzato queste meraviglie all'uncinetto( io non ne sarei mai stata capace). Come centrino ( centrone) sul tavolo devo dire che non rendeva poi molto e così...ci ho messo lo zampino e ne ho fatto un pannello da parete. Devo ammettere che si armonizza molto bene col mio mobiletto super riciclato ( era un porta ceste da cucina ...ma forse già l'ho detto qualche post fa).
Un ringraziamento speciale va sicuramente a mia suocera che con tutto l'amore del mondo mi fece dono di...uno dei più brutti lampadari mai assemblati dal giorno che fu scoperta l'energia elettrica! Non voglio esagerare ma immaginatevelo capovolto...quel cupo megalampione non sarebbe stato bene nemmeno sul soffitto di qualche angusto corridoio di un convento di clausura. Tuttavia un regalo è pur sempre un atto di generosità e come tale merita rispetto...se non per il presente in sè, almeno nei confronti di chi ce ne ha fatto dono ( e quando il donatore è la madre di tuo marito..bhè, la faccenda si fa solenne direi). Voglio molto bene a mia suocera, devo dire che nonostante le nostre evidenti diversità sappiamo compensarci a vicenda e sapevo che avrei finito col ferirla rilegando il "grazioso gingillo"altrove. Così l'ho avvisata:" grazie ma belle mère, ma prima di collocarlo degnamente...dovrò lavorarci un pò su". Questo è il risultato! A volte basta vedere le cose sotto una differente prospettiva per rivalutarle, no? Anticipo che mia suocera ne è rimasta letteralmente incantata. Ho voluto aggiungere al lavoro una chicca in + : le foto dei nostri comuni gioielli che pendono sospesi come frutti d'amore, magicamente imprigionati all'interno di surreali bolle di "cristallo".
 Devo ammettere che quel tetro lampione è diventato il punto di forza del mio angolino incantato. E brava la mia suocerina!


 In questo insieme un pò fiabesco, di ringraziamenti se ne dovrebbero fare a iosa, iniziando dai miei pargoli che, distruggendo il mapamondo portaliquori dei miei, hanno permesso la realizzazione del tavolinetto, della cornice della madonna raffaellita e di una moltitudine di altri complementi...ma questo merita 1 capitolo a parte.
Procediamo per gradi: grazie zia per non aver letteralmente bruciato quel bouquet che tanto odiavi: ma chi te lo ha regalato? Era formato da finte pigne e rametti aghiformi qua e la...un alpino? Smembrato, ridistribuito ed ingentilito da tutta una pioggia di strani elementi ( i trolls norvegesi che fanno capolino io li adoro) e l'immancabile rosa segnaposto del mio matrimonio...che dire poi della location...la murrina ha sempre il suo fascino ma devo di nuovo ammettere che dei semplici cioccolatini posti all'interno non esaltavano questo centrotavola ..le pigne e i trolls si!
 Ed ancora grazie ai miei bimbi! Grazie, grazie di cuore tesori miei!!! Per il mio compleanno mi hanno regalato un bianchissimo orsetto porta borsa dell'acqua calda ( sanno bene che la mamma ha spesso le manine un pò fredde)...io l'ho vestito un pò ed invece del solito poggiatesta a centrino sulla mia poltrona preferita ho messo lui che arreda e presta soccorso durante le mie fredde giornate invernali, quando accoccolata a lui correggerò pile di test e tesi.

E per finire...almeno per ora..grazie caro parente sconosciuto ( ci stiamo ancora chiedendo se facesse parte della mia famiglia o di quella di mio marito...magari un infiltrato, kissà)! Si presentò con un pacco enorme e pesantissimo augurandoci tutta la felicità del mondo. Lo ringrazio ancora di cuore per questo...in effetti la felicità ci è arrivata, si... anche una certa dose di stupore quando scartammo! Dalla carta rosso porpora occhieggiavano un'infinità di sassetti e tesserine che, sparsi in modo del tutto caotico nelle cromie del grigio topo e del blu, avrebbero( secondo lui)rappresentato un fiore stilizzato. Il tutto era privo di cornice..." Quella la mettete voi secondo il vostro gusto personale" ci disse. Solo quella????
 Mi sono limitata ad occultare le prove stendendo sugli allegri sassetti dello smalto dorato in diverse sfumature...solo così già era meglio di prima. Ho poi inserito le alette del costume da fatina di Giulia indossato lo scorso carnevale( perchè in casa mia tutto ha 1 seconda vita...spesso + di 1),
mi sono creata una cornice in stucco spatolato ed ho realizzato una grande rosa con del DAS bianco da collocare strategicamente al centro delle ali per nascondere il punto di giunzione
 coperto il tutto con smalto nero ( amo il contrasto nero-oro) et voilà: prove occultate, quadro riabilitato! Qui ancora non lo appendevo...la rosa aveva molte più baffature d'oro di quante non ne abbia ora sul muro...l'ho ritoccata 1 pò e rende meglio...se  trovo la foto la inserisco.
 A...dimenticavo: Grazie ancora mamma per avermi fatto dono ( diciamo la verità, te ne sei liberata) di quello sgraziato mobiletto che avevi in bagno...quel colore giallo pallidino con dei foglioloni di 1 improbabile verde acqua sparsi tutti intorno avevano stancato anche te!
 Non trovi stia ora 1 amore in casa mia? Già, lo smalto nero fa miracoli!

 Ma visto che c'ero, una smaltata l'ho data anche all'innaffiatoio, al broccone e al piatto che componevano un'altrettanto "allegra" parure color senape con tanto di spighe e papaveroni di 1 altrettanto mooolto singolare regalo di nozze! Très chic, n'est pas?
 Le maniglie  mi inorgogliscono in modo particolare perchè le ho realizzate io partendo da 2 semplicissimi ingredienti: polvere di borotalco e colla vinilica! Sono durissime: per fare 1 prova ne ho gettata 1 dal balcone di casa di mia madre che è al 2° piano di una palazzina: sono praticamente INDISTRUTTIBILI! Provate questo impasto, rende, è economico, profumatissimo, il colore è quello che vedete perchè mi sono soltanto limitata a sporcare di smalto dorato il contorno e sicuramente è a prova d'urto.
Trovata! ecco la prova finale del quadro "incriminato" per otto anni. E' appesa sul muro e la rosa è 1 pò + dark di prima...la trovo + elegante.
Ma soprattutto ringrazio voi ( oddio, questa frase l'ho già sentita in un film...credo "il marchese Del Grillo"...devo controllare) cari miei lettori, che avete la pazienza e costanza di farmi visita anche quando non sempre trovo il tempo di ricambiare...Grazie di cuore!
Oggi mi godo la mia mini vacanza ( è il 4 luglio e dove lavoro io è festa nazionale...God bless America!) e scribacchio un pò sul mio trascuratissimo blog...se poi mi riassenterò...bhè, il post qui presente è lunghetto, rasenta il noioso ma mi porto avanti per i tempi duri :-)))))
Baci
Annalisa

3 commenti:

  1. Che carrellata cara Annalisa. Che dire? Tutto bellissimo, non avevo dubbi. Ti chiedo, non è possibile in questo layout inserire foto più grandi? Ti abbraccio forte dolce fatina. Kiss. NI

    RispondiElimina
  2. Cara Nives grazie di essere passata a trovarmi...è sempre un piacere! Sai, per quanto riguarda il formato delle foto è da un pò che ci sto lavorando...devo ammettere che ci sto capendo pochino: alcune blogger me le ha fatte postare un pò + grandine...ma non tutte...bho! Comunque ci riproverò! Bacioni
    Annalisa

    RispondiElimina
  3. non posso mica commentare uguale agli post... ma che ti devo dire se ogni cosa mi stupisce e mi affascina? Questo quadro starebbe da dieci nella mia nuova saletta! ma io non riuscirei mai a fare una cosa così! E il mobiletto nero? è meraviglioso e perfetto... e basta, non ti dico altro... mi annoio da sola a sentirmi dire sempre le stesse cose!

    RispondiElimina